Il sistema Terra

SCIENZE IL SISTEMA TERRA LA TERRA DENTRO... Possiamo immaginare il nostro pianeta come una "palla" formata da più strati rivestiti da un guscio rigido, disposti uno dentro l'altro e in continuo movimento. La nostra "palla" è alimentata da un motore esterno, costituito dall'energia solare, responsabile del clima e degli agenti atmosferici, e da un motore interno, costituito dall'energia che si sprigiona nelle viscere della Terra, che determina il movimento della crosta terrestre. IL NUCLEO (1). Si trova al centro della Terra ed è costituito da una parte esterna, liquida, e da una interna, solida. Si stima che qui le temperature si aggirino intorno ai 4500 °C. IL MANTELLO (2). Si trova sotto la crosta terrestre ed è costituito da roccia parzialmente fusa (magma) e in parte rigida. Ha uno spessore di 2900 km. LA CROSTA TERRESTRE (3). È lo strato più esterno, ricoperto per oltre il 70% dall’acqua, e forma i continenti e i fondali oceanici. Ha uno spessore variabile da 5 km (in corrispondenza delle profondità oceaniche) a 65 km (in corrispondenza dell’altezza delle montagne). ... E FUORI La Terra è circondata da un involucro di gas trasparenti, diviso per convenzione in cinque strati, dal più basso, rappresentato dall'aria che respiriamo, al più alto fino ad arrivare allo spazio. Man mano che si sale l'aria diventa sempre più rarefatta e la temperatura diminuisce. ESOSFERA (oltre 900 km). Questa è la fascia più esterna, che sfuma nello spazio. TERMOSFERA (fino a 900 km). In questo strato l’aria è quasi completamente rarefatta. MESOSFERA (fino a 90 km). L’aria è sempre più rarefatta e le temperature arrivano a -92 °C. STRATOSFERA (fino a 50 km). Qui si trova lo strato di ozono, un elemento importante per tutti gli esseri viventi. TROPOSFERA (da 0 a 12 km). È lo strato in cui avvengono i fenomeni meteorologici. Con l’altitudine, l’aria tende a rarefarsi e la temperatura a diminuire di circa 6 °C per ogni km. I MOTI DELLA TERRA La Terra, che a noi sembra immobile, è invece in continuo movimento. I suoi moti principali avvengono contemporaneamente e sono di due tipi: uno di rotazione intorno al proprio asse e uno di rivoluzione intorno al Sole. L'ASSE TERRESTREè inclinato di circa 23,5°. Via via che la Terra gira, la parte inclinata verso il Sole ha giorni più lunghi e notti più brevi. L'ALTERNANZA DEL DÌ E DELLA NOTTE Per compiere un giro completo intorno al proprio asse, girando su se stesso da Ovest verso Est, il nostro pianeta impiega circa 24 ore, durante le quali espone le diverse parti della propria superficie ai raggi solari, determinando l'alternarsi del dì e della notte. La somma delle ore di luce (dì) e di buio (notte) costituisce il giorno. Poiché la Terra ha una forma sferica, nell'arco delle 24 ore viene illuminata solo una metà per volta: quando da noi c'è luce, dalla parte opposta è buio e viceversa. L'ALTERNANZA DELLE STAGIONIIl moto di rivoluzione intorno al Sole avviene in circa 365 giorni (un anno). Durante questo periodo i raggi solari arrivano con inclinazioni differenti sulla Terra, riscaldando in misura diversa la metà settentrionale del globo e quella meridionale. Quando i raggi solari giungono diretti, la stagione è calda (estate) mentre dall'altra parte del mondo è fredda (inverno).
 SCIENZE  IL SISTEMA TERRA LA TERRA DENTRO... Possiamo immaginare il nostro pianeta come una "palla" formata da più strati rivestiti da un guscio rigido, disposti uno dentro l'altro e in continuo movimento. La nostra "palla" è alimentata da un motore esterno, costituito dall'energia solare, responsabile del clima e degli agenti atmosferici, e da un motore interno, costituito dall'energia che si sprigiona nelle viscere della Terra, che determina il movimento della crosta terrestre. IL NUCLEO (1). Si trova al centro della Terra ed è costituito da una parte esterna, liquida, e da una interna, solida. Si stima che qui le temperature si aggirino intorno ai 4500 °C. IL MANTELLO (2). Si trova sotto la crosta terrestre ed è costituito da roccia parzialmente fusa (magma) e in parte rigida. Ha uno spessore di 2900 km. LA CROSTA TERRESTRE (3). È lo strato più esterno, ricoperto per oltre il 70% dall’acqua, e forma i continenti e i fondali oceanici. Ha uno spessore variabile da 5 km (in corrispondenza delle profondità oceaniche) a 65 km (in corrispondenza dell’altezza delle montagne). ... E FUORI La Terra è circondata da un involucro di gas trasparenti, diviso per convenzione in cinque strati, dal più basso, rappresentato dall'aria che respiriamo, al più alto fino ad arrivare allo spazio. Man mano che si sale l'aria diventa sempre più rarefatta e la temperatura diminuisce. ESOSFERA (oltre 900 km). Questa è la fascia più esterna, che sfuma nello spazio. TERMOSFERA (fino a 900 km). In questo strato l’aria è quasi completamente rarefatta. MESOSFERA (fino a 90 km). L’aria è sempre più rarefatta e le temperature arrivano a -92 °C. STRATOSFERA (fino a 50 km). Qui si trova lo strato di ozono, un elemento importante per tutti gli esseri viventi. TROPOSFERA (da 0 a 12 km). È lo strato in cui avvengono i fenomeni meteorologici. Con l’altitudine, l’aria tende a rarefarsi e la temperatura a diminuire di circa 6 °C per ogni km. I MOTI DELLA TERRA La Terra, che a noi sembra immobile, è invece in continuo movimento. I suoi moti principali avvengono contemporaneamente e sono di due tipi: uno di rotazione intorno al proprio asse e uno di rivoluzione intorno al Sole. L'ASSE TERRESTREè inclinato di circa 23,5°. Via via che la Terra gira, la parte inclinata verso il Sole ha giorni più lunghi e notti più brevi. L'ALTERNANZA DEL DÌ E DELLA NOTTE Per compiere un giro completo intorno al proprio asse, girando su se stesso da Ovest verso Est, il nostro pianeta impiega circa 24 ore, durante le quali espone le diverse parti della propria superficie ai raggi solari, determinando l'alternarsi del dì e della notte. La somma delle ore di luce (dì) e di buio (notte) costituisce il giorno. Poiché la Terra ha una forma sferica, nell'arco delle 24 ore viene illuminata solo una metà per volta: quando da noi c'è luce, dalla parte opposta è buio e viceversa. L'ALTERNANZA DELLE STAGIONIIl moto di rivoluzione intorno al Sole avviene in circa 365 giorni (un anno). Durante questo periodo i raggi solari arrivano con inclinazioni differenti sulla Terra, riscaldando in misura diversa la metà settentrionale del globo e quella meridionale. Quando i raggi solari giungono diretti, la stagione è calda (estate) mentre dall'altra parte del mondo è fredda (inverno).