Emilia-Romagna

GEOGRAFIA Emilia-Romagna IL NOME Emilia è il nome della via costruita dal console romano Marco Emilio Lepido. Questa via percorre tutta la regione, attraversando le principali città. Romagna deriva da Romània, il nome con cui i Bizantini indicavano i territori abitati dai Romani. LO STEMMARappresenta in forma essenziale il profilo geografico della regione. Attraversando l'Emilia-Romagna BOLOGNAAbitata dagli Etruschi (che la chiamarono Felsina) e dai Romani (che la chiamarono Bononia), Bologna fu un importante centro commerciale. Raggiunse il massimo splendore tra l'XI e il XII secolo, quando divenne anche sede della prima università d'Europa. Risalgono a questo periodo le Torri pendenti degli Asinelli e della Garisenda, simbolo della città, il centro storico, con le vie affiancate da palazzi con portici (lunghi quasi 40 chilometri, tanto che, si dice, a Bologna non serve mai l'ombrello) e la Basilica di San Petronio. La città è ricca di bellissimi monumenti, tra cui Piazza Maggiore, l'Università e la Fontana del Nettuno. Uno scorcio del centro di Bologna, con le due Torri UN VIAGGIO NELLA NATURAIl Parco Regionale del Delta del Po è un ambiente quasi sospeso tra realtà e sogno, caratterizzato da lagune, stagni, canneti e antiche pinete, dove la terra e il mare si confondono in un meraviglioso gioco di colori. La fauna comprende un'infinità di volatili (se ne contano oltre 300 specie!) e lungo i sentieri del parco esistono capanni per l'osservazione degli uccelli. Tra i numerosi uccelli ci sono il cavaliere d'Italia, che vedi nella foto, e i fenicotteri, che qui formano una delle poche colonie europee. Veduta del Parco del Delta del Po al tramonto UN VIAGGIO NELLA CULTURA A Ravenna, che fu anche capitale dell'Impero romano d'Occidente, ci sono dei bellissimi mosaici bizantini. Questi mosaici, fatti con piccole tessere in pietra e pasta di vetro colorata, ornano alcune basiliche della città: Sant'Apollinare in Classe, Sant'Apollinare Nuovo e il Mausoleo di Galla Placidia. Quello che vedi qui a lato si trova nella Basilica di San Vitale. Rappresenta l'imperatrice Teodora con il suo seguito.
 GEOGRAFIA  Emilia-Romagna IL NOME Emilia è il nome della via costruita dal console romano Marco Emilio Lepido. Questa via percorre tutta la regione, attraversando le principali città. Romagna deriva da Romània, il nome con cui i Bizantini indicavano i territori abitati dai Romani. LO STEMMARappresenta in forma essenziale il profilo geografico della regione.  Attraversando l'Emilia-Romagna  BOLOGNAAbitata dagli Etruschi (che la chiamarono Felsina) e dai Romani (che la chiamarono Bononia), Bologna fu un importante centro commerciale. Raggiunse il massimo splendore tra l'XI e il XII secolo, quando divenne anche sede della prima università d'Europa. Risalgono a questo periodo le Torri pendenti degli Asinelli e della Garisenda, simbolo della città, il centro storico, con le vie affiancate da palazzi con portici (lunghi quasi 40 chilometri, tanto che, si dice, a Bologna non serve mai l'ombrello) e la Basilica di San Petronio. La città è ricca di bellissimi monumenti, tra cui Piazza Maggiore, l'Università e la Fontana del Nettuno. Uno scorcio del centro di Bologna, con le due Torri UN VIAGGIO NELLA NATURAIl Parco Regionale del Delta del Po è un ambiente quasi sospeso tra realtà e sogno, caratterizzato da lagune, stagni, canneti e antiche pinete, dove la terra e il mare si confondono in un meraviglioso gioco di colori. La fauna comprende un'infinità di volatili (se ne contano oltre 300 specie!) e lungo i sentieri del parco esistono capanni per l'osservazione degli uccelli. Tra i numerosi uccelli ci sono il cavaliere d'Italia, che vedi nella foto, e i fenicotteri, che qui formano una delle poche colonie europee. Veduta del Parco del Delta del Po al tramonto UN VIAGGIO NELLA CULTURA A Ravenna, che fu anche capitale dell'Impero romano d'Occidente, ci sono dei bellissimi mosaici bizantini. Questi mosaici, fatti con piccole tessere in pietra e pasta di vetro colorata, ornano alcune basiliche della città: Sant'Apollinare in Classe, Sant'Apollinare Nuovo e il Mausoleo di Galla Placidia. Quello che vedi qui a lato si trova nella Basilica di San Vitale. Rappresenta l'imperatrice Teodora con il suo seguito.