Il territorio

Storia gli Etruschi Il territorio La civiltà degli Etruschi si sviluppò in un’area compresa tra il fiume Arno, in Toscana, e il fiume Tevere, tra Umbria e Lazio. In seguito i Romani chiamarono quest’area Etruria, ed Etruschi i suoi abitanti. Secondo alcuni studiosi gli Etruschi erano una popolazione italica, secondo altri invece erano un popolo che proveniva dall’Asia Minore. Nel tempo gli Etruschi estesero il loro dominio: dall’Etruria si diffusero a nord, nella Pianura Padana. Nello stesso periodo, gli Etruschi si espansero anche verso sud, nell’attuale Campania, dove fondarono importanti colonie. Gli Etruschi divennero così potenti che tra il 616 e il 509 a.C. re etruschi governarono Roma. Presto però la potenza etrusca entrò in crisi: l’importanza di Roma cresceva, a nord premevano i Celti e a sud i Sanniti e i Greci delle colonie. L’Etruria iniziò a perdere i suoi territori e fu infine sottomessa dai Romani che conquistarono Veio nel 396 a.C.; gli Etruschi accettarono leggi, lingua e costumi dei nuovi dominatori. SPAZIO E TEMPO La civiltà etrusca si sviluppò nell’Italia centrale all’inizio del IX secolo a.C. Gli Etruschi nel tempo ampliarono i loro territori a nord verso la Pianura Padana e a sud verso la Campania. Nel IV secolo a.C. iniziò il loro declino. Dove Quando Osserva la linea del tempo e indica con il colore giallo i secoli di sviluppo della civiltà etrusca. Poi con una linea verticale indica l’anno della conquista romana di Veio. Lavora sul quaderno alle pp. 13-16 Usa le mappe alle pp. 8-9 dell’atlante

Storia

gli Etruschi

Il territorio

La civiltà degli Etruschi si sviluppò in un’area compresa tra il fiume Arno, in Toscana, e il fiume Tevere, tra Umbria e Lazio. In seguito i Romani chiamarono quest’area Etruria, ed Etruschi i suoi abitanti. Secondo alcuni studiosi gli Etruschi erano una popolazione italica, secondo altri invece erano un popolo che proveniva dall’Asia Minore.

Nel tempo gli Etruschi estesero il loro dominio: dall’Etruria si diffusero a nord, nella Pianura Padana. Nello stesso periodo, gli Etruschi si espansero anche verso sud, nell’attuale Campania, dove fondarono importanti colonie.

Gli Etruschi divennero così potenti che tra il 616 e il 509 a.C. re etruschi governarono Roma. Presto però la potenza etrusca entrò in crisi: l’importanza di Roma cresceva, a nord premevano i Celti e a sud i Sanniti e i Greci delle colonie. L’Etruria iniziò a perdere i suoi territori e fu infine sottomessa dai Romani che conquistarono Veio nel 396 a.C.; gli Etruschi accettarono leggi, lingua e costumi dei nuovi dominatori.

SPAZIO E TEMPO

La civiltà etrusca si sviluppò nell’Italia centrale all’inizio del IX secolo a.C. Gli Etruschi nel tempo ampliarono i loro territori a nord verso la Pianura Padana e a sud verso la Campania. Nel IV secolo a.C. iniziò il loro declino.

Quando

Osserva la linea del tempo e indica con il colore giallo i secoli di sviluppo della civiltà etrusca. Poi con una linea verticale indica l’anno della conquista romana di Veio.


  •  Lavora sul quaderno alle pp. 13-16
  •  Usa le mappe alle pp. 8-9 dell’atlante