Le antiche civiltà Italiche

Le ANTICHE CIVILTÀ ITALICHE Dove Osserva dove si svilupparono le principali antiche civiltà italiche. Quando Un mosaico di popoli Dalla Preistoria fino al 1000 a.C. l’Italia era abitata da molti gruppi umani poco numerosi. Gli storici indicano, tra i primi abitanti della penisola, i Liguri, i Camuni, i Terramaricoli, i Siculi, i Sardi e altri gruppi che vivevano sugli Appennini. Dopo il 1000 a.C. giunsero in Italia altri popoli che provenivano da Est in cerca di nuovi spazi e terre fertili: gli Indoeuropei. Alcuni di essi, come gli Etruschi si stabilirono accanto agli antichi abitanti della penisola. Altri si mescolarono con i popoli locali e diedero vita a nuove e differenti civiltà: nacquero così la civiltà degli Umbri, dei Sanniti, dei Piceni, dei Latini, dei Veneti e dei Dauni. Nel I millennio a.C. l’Italia era quindi un vero mosaico di popoli. Questa scultura in marmo rappresenta due Grifi che azzannano un cervo. Risale al IV secolo a.C. e fu realizzata da artigiani del popolo dei Iapigi, che vivevano in Puglia. La Situla della Certosa è un vaso in bronzo riccamente decorato realizzato tra il 500 e il 475 a.C. circa. Proviene da una tomba rinvenuta a Bologna. La Magna Mater è una scultura in tufo realizzata dagli artigiani della zona di Capua in Campania. Sculture come questa erano doni per la Grande Madre, che doveva portare fecondità e prosperità. Barchetta votiva realizzata dagli artigiani sardi in bronzo nell’VIII secolo a.C. Veniva probabilmente appesa alle pareti dei templi come lucerna per illuminare.

Le ANTICHE CIVILTÀ ITALICHE

Dove

Osserva dove si svilupparono le principali antiche civiltà italiche.

Quando

Un mosaico di popoli

Dalla Preistoria fino al 1000 a.C. l’Italia era abitata da molti gruppi umani poco numerosi.

Gli storici indicano, tra i primi abitanti della penisola, i Liguri, i Camuni, i Terramaricoli, i Siculi, i Sardi e altri gruppi che vivevano sugli Appennini.

Dopo il 1000 a.C. giunsero in Italia altri popoli che provenivano da Est in cerca di nuovi spazi e terre fertili: gli Indoeuropei. Alcuni di essi, come gli Etruschi si stabilirono accanto agli antichi abitanti della penisola. Altri si mescolarono con i popoli locali e diedero vita a nuove e differenti civiltà: nacquero così la civiltà degli Umbri, dei Sanniti, dei Piceni, dei Latini, dei Veneti e dei Dauni. Nel I millennio a.C. l’Italia era quindi un vero mosaico di popoli.

Questa scultura in marmo rappresenta due Grifi che azzannano un cervo. Risale al IV secolo a.C. e fu realizzata da artigiani del popolo dei Iapigi, che vivevano in Puglia.

La Situla della Certosa è un vaso in bronzo riccamente decorato realizzato tra il 500 e il 475 a.C. circa.
Proviene da una tomba rinvenuta a Bologna.

La Magna Mater è una scultura in tufo realizzata dagli artigiani della zona di Capua in Campania. Sculture come questa erano doni per la Grande Madre, che doveva portare fecondità e prosperità.

Barchetta votiva realizzata dagli artigiani sardi in bronzo nell’VIII secolo a.C. Veniva probabilmente appesa alle pareti dei templi come lucerna per illuminare.