La guerra civile

Storia La civiltà romana Dalle origini alla crisi della Repubblica La guerra civile 1 Leggi il seguente testo. Poi rispondi alle domande. Al ritorno dalle guerre di conquista i contadini si trovavano indebitati. Vendevano la terra ai patrizi e rimanevano poveri e disoccupati. I patrizi invece diventavano proprietari di latifondi. I fratelli Tiberio e Caio Gracco, due patrizi tribuni della plebe, proposero una riforma per distribuire ai contadini una parte delle terre. Molti senatori possedevano grandi latifondi, così si opposero alla riforma e uccisero i due Gracchi. Si formarono due gruppi politici opposti: i popolari, che si ispiravano alle idee dei Gracchi e proponevano nuove leggi agrarie, e gli ottimati, quasi tutti ricchi senatori che rifiutavano le riforme. Tra i due gruppi scoppiò una guerra civile che durò molti anni. Il capo dei popolari era Caio Mario, un generale di origine plebea. Il capo degli ottimati era Cornelio Silla, patrizio. Entrambi potevano contare sull’appoggio dei loro legionari e per la prima volta nella storia di Roma avvenne uno scontro tra due eserciti romani. Vinsero gli ottimati e Silla fece uccidere i suoi avversari. Che cosa erano i latifondi? Chi cercò di aiutare i plebei? Come reagirono i senatori? Quali gruppi politici si formarono? Come si chiamavano i capi dei due gruppi? Che cosa accadde per la prima volta nella storia di Roma? 2 Inserisci al posto giusto le seguenti parole per completare il testo. contadini territori guerre di conquista patrizi Con le i patrizi si erano arricchiti perché si appropriavano dei sottratti ai nemici. I invece erano costretti a vendere le loro proprietà ai . Sussidiario pp. 71-72 ricavare informazioni dal testo e sintetizzarle; completare un testo con le parole date

Storia

La civiltà romana   Dalle origini alla crisi della Repubblica

La guerra civile

1  Leggi il seguente testo. Poi rispondi alle domande.

Al ritorno dalle guerre di conquista i contadini si trovavano indebitati. Vendevano la terra ai patrizi e rimanevano poveri e disoccupati. I patrizi invece diventavano proprietari di latifondi.

I fratelli Tiberio e Caio Gracco, due patrizi tribuni della plebe, proposero una riforma per distribuire ai contadini una parte delle terre. Molti senatori possedevano grandi latifondi, così si opposero alla riforma e uccisero i due Gracchi.

Si formarono due gruppi politici opposti: i popolari, che si ispiravano alle idee dei Gracchi e proponevano nuove leggi agrarie, e gli ottimati, quasi tutti ricchi senatori che rifiutavano le riforme.

Tra i due gruppi scoppiò una guerra civile che durò molti anni. Il capo dei popolari era Caio Mario, un generale di origine plebea. Il capo degli ottimati era Cornelio Silla, patrizio. Entrambi potevano contare sull’appoggio dei loro legionari e per la prima volta nella storia di Roma avvenne uno scontro tra due eserciti romani. Vinsero gli ottimati e Silla fece uccidere i suoi avversari.

  •  Che cosa erano i latifondi?  
  •  Chi cercò di aiutare i plebei? 
  •  Come reagirono i senatori? 
  •  Quali gruppi politici si formarono? 
  •  Come si chiamavano i capi dei due gruppi? 
  •  Che cosa accadde per la prima volta nella storia di Roma? 

2  Inserisci al posto giusto le seguenti parole per completare il testo.

contadini   territori   guerre di conquista   patrizi

Con le   i patrizi si erano arricchiti perché si appropriavano dei   sottratti ai nemici. I   invece erano costretti a vendere le loro proprietà ai   .

 Sussidiario pp. 71-72

 ricavare informazioni dal testo e sintetizzarle; completare un testo con le parole date