Piemonte

Geografia Le regioni d'Italia Piemonte Piemonte Superficie: 25 402 km2 Abitanti: 4 404 246 Densità: 173 ab/km2 Capoluogo e città principali: Torino , Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbania, Vercelli IL TERRITORIO TERRITORIO Il Piemonte si trova a nord-ovest della penisola italiana e confina con la Francia e la Svizzera . È la seconda regione italiana per estensione, dopo la Sicilia. Il suo nome deriva dal latino “ad pedem montium” (ai piedi dei monti); il Piemonte infatti è circondato su tre lati dalle montagne, che digradano verso est nella Pianura Padana. Nella regione si trovano alcune delle cime più alte d’Italia: il Monte Rosa , il Gran Paradiso e il Monviso . Il territorio è diviso in tre parti: a nord, a ovest e a sud si trovano le montagne dell’arco alpino e degli Appennini , a est ci sono le colline (Monferrato e Langhe) e infine la pianura. La regione è ricca di acqua. Dal Monviso nasce il fiume più lungo d’Italia: il Po che attraversa la Pianura Padana e sfocia nel Mar Adriatico. Oltre a numerosi fiumi, il Piemonte ha molti laghi, tra cui il Lago Maggiore, il secondo lago italiano per estensione. La differenza di territori rende la flora molto ricca e diversificata: si passa dalla flora d’alta quota ai boschi di conifere sulle montagne, a quelli di latifoglie sulle colline, alle ampie aree coltivate in collina e in pianura. Anche il clima è molto vario: sulle montagne il clima è alpino, con inverni rigidi e nevosi ed estati fresche; in collina e in pianura il clima è continentale, con inverni freddi e nebbiosi ed estati afose. I grandi laghi agiscono positivamente sul clima delle zone circostanti: lungo le sponde dei laghi gli inverni non sono rigidi e le estati sono fresche e ventilate. La Mole Antonelliana a Torino. Qui ha sede il Museo del Cinema. POPOLAZIONE E ATTIVITÀ L’economia del Piemonte è una delle più floride e industrializzate. Il Piemonte si trova al centro di importanti vie di comunicazione che hanno favorito lo sviluppo delle attività produttive. L’agricoltura è moderna e molto produttiva. In pianura si coltivano mais, grano, foraggio e riso: oltre la metà del riso prodotto in Italia viene proprio dal Piemonte. Le zone collinari sono coltivate con viti e alberi da frutto. Una produzione importante e particolarmente apprezzata è quella del tartufo, nelle colline intorno ad Alba. Anche l’allevamento è molto sviluppato, soprattutto quello di bovini. L’industria si concentra nelle zone intorno a Torino e intorno alle maggiori città della pianura. L’industria principale è la FIAT (oggi FIAT Chrysler Automobiles), a cui sono legate aziende secondarie che fabbricano accessori e ricambi. Anche il settore elettronico e informatico è molto attivo: a Ivrea nacque la Olivetti, un tempo una delle più importanti aziende nel settore dei computer. Sono molto sviluppati anche il settore alimentare (aziende dolciarie e vinicole) e quello tessile (abbigliamento e produzione della lana). Il settore terziario occupa circa metà dei lavoratori della regione. Tra le attività di questo settore ci sono i servizi all’agricoltura e alle industrie, la ricerca scientifica e tecnologica e il turismo. La popolazione è concentrata dove le attività economiche sono più sviluppate: a Torino e in pianura. Torino è la quarta città italiana per popolazione. La Alpi. Risaie vicino a Novara. Il Museo Egizio di Torino. Completa la carta muta e studia la regione sul quaderno a p. 29
Geografia Le regioni d'Italia   Piemonte Piemonte Superficie: 25 402 km2 Abitanti: 4 404 246 Densità: 173 ab/km2  Capoluogo e città principali: Torino , Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbania, Vercelli IL TERRITORIO TERRITORIO Il Piemonte si trova a nord-ovest della penisola italiana e confina con la Francia e la Svizzera . È la seconda regione italiana per estensione, dopo la Sicilia. Il suo nome deriva dal latino “ad pedem montium” (ai piedi dei monti); il Piemonte infatti è circondato su tre lati dalle montagne, che digradano verso est nella Pianura Padana. Nella regione si trovano alcune delle cime più alte d’Italia: il Monte Rosa , il Gran Paradiso e il Monviso . Il territorio è diviso in tre parti: a nord, a ovest e a sud si trovano le montagne dell’arco alpino e degli Appennini , a est ci sono le colline (Monferrato e Langhe) e infine la pianura. La regione è ricca di acqua. Dal Monviso nasce il fiume più lungo d’Italia: il Po che attraversa la Pianura Padana e sfocia nel Mar Adriatico. Oltre a numerosi fiumi, il Piemonte ha molti laghi, tra cui il Lago Maggiore, il secondo lago italiano per estensione. La differenza di territori rende la flora molto ricca e diversificata: si passa dalla flora d’alta quota ai boschi di conifere sulle montagne, a quelli di latifoglie sulle colline, alle ampie aree coltivate in collina e in pianura. Anche il clima è molto vario: sulle montagne il clima è alpino, con inverni rigidi e nevosi ed estati fresche; in collina e in pianura il clima è continentale, con inverni freddi e nebbiosi ed estati afose. I grandi laghi agiscono positivamente sul clima delle zone circostanti: lungo le sponde dei laghi gli inverni non sono rigidi e le estati sono fresche e ventilate. La Mole Antonelliana a Torino. Qui ha sede il Museo del Cinema. POPOLAZIONE E ATTIVITÀ L’economia del Piemonte è una delle più floride e industrializzate. Il Piemonte si trova al centro di importanti vie di comunicazione che hanno favorito lo sviluppo delle attività produttive. L’agricoltura è moderna e molto produttiva. In pianura si coltivano mais, grano, foraggio e riso: oltre la metà del riso prodotto in Italia viene proprio dal Piemonte. Le zone collinari sono coltivate con viti e alberi da frutto. Una produzione importante e particolarmente apprezzata è quella del tartufo, nelle colline intorno ad Alba. Anche l’allevamento è molto sviluppato, soprattutto quello di bovini. L’industria si concentra nelle zone intorno a Torino e intorno alle maggiori città della pianura. L’industria principale è la FIAT (oggi FIAT Chrysler Automobiles), a cui sono legate aziende secondarie che fabbricano accessori e ricambi. Anche il settore elettronico e informatico è molto attivo: a Ivrea nacque la Olivetti, un tempo una delle più importanti aziende nel settore dei computer. Sono molto sviluppati anche il settore alimentare (aziende dolciarie e vinicole) e quello tessile (abbigliamento e produzione della lana). Il settore terziario occupa circa metà dei lavoratori della regione. Tra le attività di questo settore ci sono i servizi all’agricoltura e alle industrie, la ricerca scientifica e tecnologica e il turismo. La popolazione è concentrata dove le attività economiche sono più sviluppate: a Torino e in pianura. Torino è la quarta città italiana per popolazione. La Alpi. Risaie vicino a Novara. Il Museo Egizio di Torino. Completa la carta muta e studia la regione sul quaderno a p. 29