I rettili - Gli uccelli

Scienze I viventi Vertebrati e invertebrati I RETTILI Anche i rettili sono animali a sangue freddo. Per mantenere una temperatura corporea adeguata restano al Sole per riscaldarsi e si spostano sotto terra quando il loro organismo deve diminuire la propria temperatura interna. I rettili hanno la pelle dura, asciutta e ricoperta di squame (nel caso di serpenti e lucertole) o di piastre ossee (nel caso delle tartarughe e dei coccodrilli). La maggior parte dei rettili è carnivora. I rettili sono quasi tutti ovipari. Depongono le uova nella sabbia o in luoghi soleggiati dove il calore del Sole le fa schiudere. Alcune specie di serpenti e le lucertole sono invece ovovivipari. Quando i rettili crescono, si spogliano della pelle precedente che è diventata troppo stretta e ne creano una nuova. Questo cambio periodico della parte rigida della pelle si chiama muta. GLI UCCELLI Gli uccelli vivono sulla terra ma hanno una struttura fisica adatta al volo. Hanno la testa piccola e il corpo è affusolato e leggero: i loro polmoni sono piuttosto piccoli e poiché il volo richiede un grande consumo di ossigeno, nel corso della loro evoluzione gli uccelli, per respirare meglio, hanno sviluppato delle espansioni che si chiamano sacchi aerei. Alcune delle loro ossa sono cave per essere leggere e facilitare il volo. Le ali si muovono grazie a una muscolatura molto sviluppata. Le piume degli uccelli sono morbide, ricoprono tutto il corpo e lo proteggono dal freddo; sulle ali e sulla coda si trovano le penne, utili per il volo. Gli uccelli sono animali a sangue caldo e sono ovipari. Alcuni uccelli, come la gallina, lo struzzo e il pinguino, non sono in grado di volare. Le ali del pinguino si sono trasformate in pinne utili per nuotare. Le piume del pappagallo possono avere colori molto diversi. OSSA CAVE Alcune delle ossa degli uccelli sono cave, cioè hanno delle cavità occupate dai prolungamenti dei sacchi aerei, che si riempiono d’aria e permettono all’uccello di incamerare l’ossigeno per produrre la grande quantità di energia richiesta dal volo.
Scienze I viventi   Vertebrati e invertebrati I RETTILI Anche i rettili sono animali a sangue freddo. Per mantenere una temperatura corporea adeguata restano al Sole per riscaldarsi e si spostano sotto terra quando il loro organismo deve diminuire la propria temperatura interna. I rettili hanno la pelle dura, asciutta e ricoperta di squame (nel caso di serpenti e lucertole) o di piastre ossee (nel caso delle tartarughe e dei coccodrilli). La maggior parte dei rettili è carnivora. I rettili sono quasi tutti ovipari. Depongono le uova nella sabbia o in luoghi soleggiati dove il calore del Sole le fa schiudere. Alcune specie di serpenti e le lucertole sono invece ovovivipari. Quando i rettili crescono, si spogliano della pelle precedente che è diventata troppo stretta e ne creano una nuova. Questo cambio periodico della parte rigida della pelle si chiama muta. GLI UCCELLI Gli uccelli vivono sulla terra ma hanno una struttura fisica adatta al volo. Hanno la testa piccola e il corpo è affusolato e leggero: i loro polmoni sono piuttosto piccoli e poiché il volo richiede un grande consumo di ossigeno, nel corso della loro evoluzione gli uccelli, per respirare meglio, hanno sviluppato delle espansioni che si chiamano sacchi aerei. Alcune delle loro ossa sono cave per essere leggere e facilitare il volo. Le ali si muovono grazie a una muscolatura molto sviluppata. Le piume degli uccelli sono morbide, ricoprono tutto il corpo e lo proteggono dal freddo; sulle ali e sulla coda si trovano le penne, utili per il volo. Gli uccelli sono animali a sangue caldo e sono ovipari. Alcuni uccelli, come la gallina, lo struzzo e il pinguino, non sono in grado di volare. Le ali del pinguino si sono trasformate in pinne utili per nuotare. Le piume del pappagallo possono avere colori molto diversi. OSSA CAVE Alcune delle ossa degli uccelli sono cave, cioè hanno delle cavità occupate dai prolungamenti dei sacchi aerei, che si riempiono d’aria e permettono all’uccello di incamerare l’ossigeno per produrre la grande quantità di energia richiesta dal volo.