Come è fatta una pianta

Scienze I viventi Tanti tipi di vegetali Come è fatta una pianta Tutte le piante hanno una parte sotterranea e una aerea, fuori dal terreno. 1. LA CHIOMA La chioma è fatta di foglie attaccate ai rami. Ogni specie di pianta nel corso dell’evoluzione si è adattata al clima e alla luce dell’ambiente in cui vive perciò ha foglie di forme e grandezze diverse. In tutte le foglie puoi riconoscere: il lembo, la parte piatta della foglia; il margine, cioè il bordo del lembo; le nervature, tubicini lungo tutta la foglia; il picciolo, la parte con cui la foglia si attacca al ramo. Nella parte inferiore del lembo ci sono gli stomi, piccole aperture da cui passano acqua, ossigeno e anidride carbonica che vanno dalla pianta all’ambiente e viceversa. Nelle foglie si svolgono tre funzioni fondamentali per la vita della pianta: la produzione del nutrimento attraverso la fotosintesi clorofilliana, la traspirazione e la respirazione. 2. IL FUSTO Il fusto collega le radici alle foglie. Si sviluppa solitamente fuori dal terreno, verso l’alto. Le piante per vivere hanno bisogno di luce; per questo il fusto porta le loro foglie in alto, dove riescono a catturare più facilmente i raggi del Sole. Il fusto serve per sostenere i rami, le foglie, i fiori e i frutti, ma anche per trasportare l’acqua e i sali minerali e per distribuire il nutrimento a tutta la pianta. 3. LE RADICI Le radici hanno due funzioni principali: assorbono dal terreno acqua e sali minerali, cioè materia ed energia, necessari alla pianta per fabbricarsi il nutrimento, e tengono la pianta ben ancorata al terreno. La superficie esterna della radice è rivestita di peli fini e fitti, via via sempre più lunghi man mano che ci si allontana dalla sua punta che è ricoperta da una protezione detta cuffia. I peli radicali servono infatti ad aumentare la superficie di contatto tra la radice e il terreno così da facilitare l’assorbimento dell’acqua che contiene i sali minerali necessari alla pianta. La punta della radice (apice radicale) si allunga nel sottosuolo per cercare le sostanze nutritive. È protetta da un cappuccio più robusto, la cuffia, che le permette di farsi strada senza subire danni. Quaderno p. 155
Scienze I viventi   Tanti tipi di vegetali Come è fatta una pianta Tutte le piante hanno una parte sotterranea e una aerea, fuori dal terreno. 1. LA CHIOMA La chioma è fatta di foglie attaccate ai rami. Ogni specie di pianta nel corso dell’evoluzione si è adattata al clima e alla luce dell’ambiente in cui vive perciò ha foglie di forme e grandezze diverse. In tutte le foglie puoi riconoscere: il lembo, la parte piatta della foglia; il margine, cioè il bordo del lembo; le nervature, tubicini lungo tutta la foglia; il picciolo, la parte con cui la foglia si attacca al ramo. Nella parte inferiore del lembo ci sono gli stomi, piccole aperture da cui passano acqua, ossigeno e anidride carbonica che vanno dalla pianta all’ambiente e viceversa. Nelle foglie si svolgono tre funzioni fondamentali per la vita della pianta: la produzione del nutrimento attraverso la fotosintesi clorofilliana, la traspirazione e la respirazione. 2. IL FUSTO Il fusto collega le radici alle foglie. Si sviluppa solitamente fuori dal terreno, verso l’alto. Le piante per vivere hanno bisogno di luce; per questo il fusto porta le loro foglie in alto, dove riescono a catturare più facilmente i raggi del Sole. Il fusto serve per sostenere i rami, le foglie, i fiori e i frutti, ma anche per trasportare l’acqua e i sali minerali e per distribuire il nutrimento a tutta la pianta. 3. LE RADICI Le radici hanno due funzioni principali: assorbono dal terreno acqua e sali minerali, cioè materia ed energia, necessari alla pianta per fabbricarsi il nutrimento, e tengono la pianta ben ancorata al terreno. La superficie esterna della radice è rivestita di peli fini e fitti, via via sempre più lunghi man mano che ci si allontana dalla sua punta che è ricoperta da una protezione detta cuffia. I peli radicali servono infatti ad aumentare la superficie di contatto tra la radice e il terreno così da facilitare l’assorbimento dell’acqua che contiene i sali minerali necessari alla pianta. La punta della radice (apice radicale) si allunga nel sottosuolo per cercare le sostanze nutritive. È protetta da un cappuccio più robusto, la cuffia, che le permette di farsi strada senza subire danni.  Quaderno p. 155