L’apparato circolatorio

Scienze Il corpo umano Corpo e organismo L’apparato circolatorio 1 Leggi il testo e sottolinea le informazioni principali. Poi completa la sintesi. Dopo che il cibo è stato trasformato in energia e assorbito dal sangue, i nutrienti e l’ossigeno devono arrivare a tutte le cellule del corpo per tenerle in vita. Nello stesso tempo i rifiuti, come l’anidride carbonica, devono essere espulsi. L’apparato circolatorio svolge proprio queste funzioni. È formato dal cuore e da una serie vastissima di tubicini, i vasi sanguigni, che sono suddivisi in arterie, capillari e vene. Tutto avviene come in un impianto idraulico. La componente fondamentale è il cuore, un organo cavo e muscoloso che funziona come una pompa. Esso si contrae ritmicamente e spinge il sangue nelle arterie, vasi profondi con spesse pareti muscolari. Le arterie si ramificano in vasi sempre più sottili che arrivano alla periferia del corpo dove cedono ai tessuti l’ossigeno e le sostanze nutritive attraverso i capillari. I capillari sono microscopici tubicini che fanno da collegamento tra vene e arterie. Le sostanze di rifiuto entrano nelle vene, vasi dal colore bluastro con pareti meno elastiche, e tornano verso il cuore. Qui il sangue venoso riceve un altro impulso che lo spinge verso i polmoni dove avviene un nuovo scambio: l’anidride carbonica e il vapore acqueo vengono ceduti. Tutto avviene su due circuiti: quello della grande circolazione (dal cuore ai tessuti, dai tessuti al cuore) e quello della piccola circolazione (dal cuore ai polmoni, dai polmoni al cuore). L’apparato circolatorio ha il compito di portare e a tutte le cellule del corpo e di raccogliere e altre sostanze di rifiuto. È formato da una serie di tubicini, i . L’organo fondamentale è il , che funziona come una . Esso spinge il sangue in vasi profondi, chiamati , che trasportano l’ossigeno in tutto il corpo. I sono minuscoli tubicini che arrivano alla periferia del corpo e collegano arterie e vene; le sostanze di rifiuto entrano nelle vene e ritornano verso il . Qui il sangue venoso viene spinto verso i , dove si ricarica di ossigeno. Tutto avviene su due circuiti: quello della circolazione (dal cuore ai tessuti, dai tessuti al cuore) e quello della circolazione (dal cuore ai polmoni, dai polmoni al cuore). Sussidiario pp. 104-105 ricavare informazioni dal testo per completare la sintesi
Scienze Il corpo umano   Corpo e organismo L’apparato circolatorio 1 Leggi il testo e sottolinea le informazioni principali. Poi completa la sintesi. Dopo che il cibo è stato trasformato in energia e assorbito dal sangue, i nutrienti e l’ossigeno devono arrivare a tutte le cellule del corpo per tenerle in vita. Nello stesso tempo i rifiuti, come l’anidride carbonica, devono essere espulsi. L’apparato circolatorio svolge proprio queste funzioni. È formato dal cuore e da una serie vastissima di tubicini, i vasi sanguigni, che sono suddivisi in arterie, capillari e vene. Tutto avviene come in un impianto idraulico. La componente fondamentale è il cuore, un organo cavo e muscoloso che funziona come una pompa. Esso si contrae ritmicamente e spinge il sangue nelle arterie, vasi profondi con spesse pareti muscolari. Le arterie si ramificano in vasi sempre più sottili che arrivano alla periferia del corpo dove cedono ai tessuti l’ossigeno e le sostanze nutritive attraverso i capillari. I capillari sono microscopici tubicini che fanno da collegamento tra vene e arterie. Le sostanze di rifiuto entrano nelle vene, vasi dal colore bluastro con pareti meno elastiche, e tornano verso il cuore. Qui il sangue venoso riceve un altro impulso che lo spinge verso i polmoni dove avviene un nuovo scambio: l’anidride carbonica e il vapore acqueo vengono ceduti. Tutto avviene su due circuiti: quello della grande circolazione (dal cuore ai tessuti, dai tessuti al cuore) e quello della piccola circolazione (dal cuore ai polmoni, dai polmoni al cuore). L’apparato circolatorio ha il compito di portare   e   a tutte le cellule del corpo e di raccogliere   e altre sostanze di rifiuto. È formato da una serie di tubicini, i   . L’organo fondamentale è il   , che funziona come una   . Esso spinge il sangue in vasi profondi, chiamati   , che trasportano l’ossigeno in tutto il corpo. I   sono minuscoli tubicini che arrivano alla periferia del corpo e collegano arterie e vene; le sostanze di rifiuto entrano nelle vene e ritornano verso il  . Qui il sangue venoso viene spinto verso i   , dove si ricarica di ossigeno. Tutto avviene su due circuiti: quello della   circolazione (dal cuore ai tessuti, dai tessuti al cuore) e quello della   circolazione (dal cuore ai polmoni, dai polmoni al cuore).  Sussidiario pp. 104-105  ricavare informazioni dal testo per completare la sintesi