I muscoli

Scienze il corpo umano Corpo e organismo I muscoli Le ossa non potrebbero muoversi se non esistesse una stretta collaborazione con i muscoli, che le mettono in azione usando l’energia fornita dal cibo. I muscoli sono costituiti da fasci di fibre, cellule dalla particolare struttura allungata e filamentosa. Quando le fibre si contraggono, il muscolo si accorcia e quella parte del corpo si muove. Quando fletti il braccio il bicipite si accorcia e solleva l’avambraccio mentre il tricipite si rilassa. Quando distendi il braccio avviene il contrario. Il tricipite si rilassa, mentre il bicipite si contrae. Il tricipite si contrae, mentre il bicipite si rilassa. I muscoli, tranne il muscolo del cuore, lavorano sempre in coppie di muscoli antagonisti, chiamati così perché un muscolo ha la funzione opposta rispetto all’altro. MUSCOLI VOLONTARI E MUSCOLI INVOLONTARI Quando pieghi un braccio, sei tu che decidi di piegarlo. Usi un muscolo volontario. I muscoli volontari rispondono ai nostri comandi. Sono attaccati alle ossa attraverso filamenti robusti, i tendini. Sono chiamati muscoli striati perché hanno delle striature chiare e scure. Non tutti i movimenti però sono volontari: i muscoli involontari lavorano indipendentemente dalla nostra volontà. Sono nelle pareti di organi interni come l’intestino, e svolgono la loro funzione senza che noi ce ne preoccupiamo. Sono chiamati muscoli lisci perché sono costituiti da cellule lisce e lunghe. Il cuore è un muscolo involontario ma è formato da cellule striate. Si contrae senza interruzione per tutta la durata della vita. quaderno p. 180
Scienze il corpo umano   Corpo e organismo I muscoli Le ossa non potrebbero muoversi se non esistesse una stretta collaborazione con i muscoli, che le mettono in azione usando l’energia fornita dal cibo. I muscoli sono costituiti da fasci di fibre, cellule dalla particolare struttura allungata e filamentosa. Quando le fibre si contraggono, il muscolo si accorcia e quella parte del corpo si muove. Quando fletti il braccio il bicipite si accorcia e solleva l’avambraccio mentre il tricipite si rilassa. Quando distendi il braccio avviene il contrario. Il tricipite si rilassa, mentre il bicipite si contrae. Il tricipite si contrae, mentre il bicipite si rilassa. I muscoli, tranne il muscolo del cuore, lavorano sempre in coppie di muscoli antagonisti, chiamati così perché un muscolo ha la funzione opposta rispetto all’altro. MUSCOLI VOLONTARI E MUSCOLI INVOLONTARI Quando pieghi un braccio, sei tu che decidi di piegarlo. Usi un muscolo volontario. I muscoli volontari rispondono ai nostri comandi. Sono attaccati alle ossa attraverso filamenti robusti, i tendini. Sono chiamati muscoli striati perché hanno delle striature chiare e scure. Non tutti i movimenti però sono volontari: i muscoli involontari lavorano indipendentemente dalla nostra volontà. Sono nelle pareti di organi interni come l’intestino, e svolgono la loro funzione senza che noi ce ne preoccupiamo. Sono chiamati muscoli lisci perché sono costituiti da cellule lisce e lunghe. Il cuore è un muscolo involontario ma è formato da cellule striate. Si contrae senza interruzione per tutta la durata della vita.  quaderno p. 180