Laboratorio Geostoria • L’uomo naviga in mare aperto

GEOSTORIA L UO M O E L A M B I E N T E L uomo naviga in mare aperto Per millenni i popoli che vivevano lungo le rive del Mediterraneo si erano spostati in mare solo navigando a vista. Le navi procedevano cioè lungo la costa senza mai perderla di vista. Queste infatti non erano in grado di affrontare il mare aperto, pericoloso per le improvvise tempeste che le facevano naufragare. Si navigava solo di giorno, mai di notte perché i marinai, senza l aiuto del Sole, non riuscivano a orientarsi. Intorno al 2000 a.C. alcuni popoli riuscirono ad affrontare la navigazione d alto mare. Le loro navi erano in grado cioè di attraversare il mare perdendo di vista la riva e i marinai riuscivano a orientarsi anche di notte. Tutto questo fu possibile grazie a importanti innovazioni tecniche nella costruzione navale e a nuove conoscenze astronomiche. Quali erano le caratteristiche di queste navi e in che modo i marinai riuscivano a orientarsi anche di notte? Per rispondere osserva il disegno e completa le didascalie con le paremi acqua Occidente role dell elenco. Questa nave sta trasportando un carico di merci che sono imbarcate nell ampia stiva. 72 Alti parapetti laterali impediscono all .................................. di allagare la nave in caso di tempesta.

Laboratorio Geostoria • L’uomo naviga in mare aperto