Le civiltà del Mediterraneo

Le civiltà del Mediterraneo Dove Lungo le coste o nelle isole del Mediterraneo si svilupparono civiltà che usarono il mare come grande risorsa. Osserva la carta. Quando Vivere sulle coste I territori in cui si svilupparono le civiltà del mare erano in genere non molto adatti all’agricoltura, stretti fra le montagne e il mare con pianure poco estese. Così i popoli che vivevano lungo le rive dovevano cercare altrove i prodotti di cui avevano bisogno. Per millenni però il Mar Mediterraneo aveva rappresentato un ostacolo per coloro che vivevano lungo le sue rive. Essi vedevano infatti un’immensa distesa d’acqua resa pericolosa dalle tempeste che spesso facevano naufragare le navi. Ma intorno al 2000 a.C. alcuni popoli misero a punto delle tecniche di costruzione delle navi e svilupparono conoscenze che li resero abili navigatori. Il mare non fu più un ostacolo, ma divenne un’importante via di comunicazione che permise lo scambio di prodotti e favorì il contatto con altri popoli. Oggi sappiamo molto di questi popoli perché gli archeologi marini (archeosub) hanno ritrovato i relitti delle navi con reperti molto interessanti e ben conservati. Ecco alcuni reperti che appartengono alle civiltà che studierai nelle prossime pagine. Osserva, leggi e completa le didascalie con le seguenti parole: merci commerci trasportavano oro guerra Quali attività svolgevano secondo te i popoli che dettero vita a queste civiltà? Quali altre notizie puoi ricavare da queste fonti? Per prime queste civiltà usarono le monete per i loro . Queste civiltà in anfore di terracotta merci come, vino, olio… Realizzavano preziosi e raffinati oggetti in . Costruivano navi di diverso tipo: per la e per i commerci. Queste ultime erano in grado di trasportare grandi carichi di .

Le civiltà del Mediterraneo

Dove

Lungo le coste o nelle isole del Mediterraneo si svilupparono civiltà che usarono il mare come grande risorsa. Osserva la carta.

Quando

Vivere sulle coste

I territori in cui si svilupparono le civiltà del mare erano in genere non molto adatti all’agricoltura, stretti fra le montagne e il mare con pianure poco estese. Così i popoli che vivevano lungo le rive dovevano cercare altrove i prodotti di cui avevano bisogno. Per millenni però il Mar Mediterraneo aveva rappresentato un ostacolo per coloro che vivevano lungo le sue rive. Essi vedevano infatti un’immensa distesa d’acqua resa pericolosa dalle tempeste che spesso facevano naufragare le navi. Ma intorno al 2000 a.C. alcuni popoli misero a punto delle tecniche di costruzione delle navi e svilupparono conoscenze che li resero abili navigatori. Il mare non fu più un ostacolo, ma divenne un’importante via di comunicazione che permise lo scambio di prodotti e favorì il contatto con altri popoli. Oggi sappiamo molto di questi popoli perché gli archeologi marini (archeosub) hanno ritrovato i relitti delle navi con reperti molto interessanti e ben conservati.

 Ecco alcuni reperti che appartengono alle civiltà che studierai nelle prossime pagine.

Osserva, leggi e completa le didascalie con le seguenti parole:

merci   commerci   trasportavano   oro   guerra

Quali attività svolgevano secondo te i popoli che dettero vita a queste civiltà? Quali altre notizie puoi ricavare da queste fonti?

Per prime queste civiltà usarono le monete per i loro  .

Queste civiltà   in anfore di terracotta merci come, vino, olio…

Realizzavano preziosi e raffinati oggetti in  .

Costruivano navi di diverso tipo: per la   e per i commerci. Queste ultime erano in grado di trasportare grandi carichi di  .